Murati: “Sono contento di giocare in Italia”

murati.jpg

 

di Luca Esposito

Almir Murati, attaccante svizzero, di origine serba, del Campobasso, è stato il match-winner di giornata, nella difficilissima trasferta di domenica sul campo del Pomezia. Il giovane atleta (classe 1985), con un perentorio stacco di testa, è riuscito a depositare la sfera in fondo al sacco, portando i suoi sullo 0-2. Il goal messo a segno, ha così permesso alla sua squadra di mettere al sicuro il risultato e di difendersi con maggiore tranquillità dagli attacchi avversari. L’attaccante rossoblu, finora autore di cinque reti in stagione, ha mosso i primi passi nella squadra del suo paese l’Oerlikon (vicino Zurigo), facendo tutta la trafila del settore giovanile. A 17 anni, poi, ha fatto il suo esordio nella serie B svizzera con il Wintertur, prima di arrivare in Italia alla corte del Potenza. Noi di TuttoLegaPro.com l’abbiamo contattato in esclusiva, per farci raccontare il bel momento di forma che sta attraversando.

Almir, vuoi raccontare a tutti i lettori di TuttoLegaPro.com, come e da quanto sei arrivato in Italia?
Sono in Italia dal mese di gennaio dello scorso anno, quando ho giocato a Potenza con il mister Capuano. La trattativa è stata condotta dal mio agente, che conosceva il ds del Potenza Cadregari. Dopo aver interrotto a giugno l’avventura con il Potenza, sono stato contattato dal diesse Gigi Molino del Campobasso che, dopo il ripescaggio della squadra il Lega Pro Seconda divisione, mi ha voluto fortemente. Quest’anno ho avuto una pubalgia e purtroppo sono stato fermo quattro mesi”.

Perché hai scelto Campobasso?
E’ una città con grande storia calcistica, i tifosi sono calorosi e questo non può che far piacere, sono componenti essenziali  per la crescita di un calciatore”.

A Gennaio ti cercava la Paganese di Capuano. Perché, poi, è saltata la trattativa?
Mister Capuano mi ha cercato, poi, però, non se n’è fatto più nulla. Alla fine sono contento per come sono andate le cose, perché a Campobasso sto benissimo, abbiamo un ottimo gruppo e mi trovo a meraviglia con i compagni di squadra”.

Domenica contro il Pomezia hai siglato la tua quinta rete stagionale. Vuoi raccontarcela?
Sono riuscito ad anticipare il difensore su un cross aereo ed ho colpito forte di testa, depositando la sfera in fondo al sacco. Un goal importantissimo che ci ha permesso di portare a casa i tre punti su un campo difficilissimo come quello di Pomezia”.

Ti piace giocare in Italia?
“Si, mi trovo bene e spero di restare il più possibile in un campionato importante e competitivo come quello italiano”.

Quali sono i tuoi progetti per la prossima stagione?
“Mi piacerebbe restare a Campobasso, perché so benissimo che può darmi tanto a livello professionale”.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
“Il mio, è il sogno di ogni giocatore. Spero un giorno di arrivare in serie A”.

(Tuttolegapro.com)

Murati: “Sono contento di giocare in Italia”ultima modifica: 2011-02-25T09:44:23+00:00da fuoko_71
Reposta per primo quest’articolo